Il nodo intermodale: ora si va avanti.

,

“Il gruppo Muralto democratica accoglie favorevolmente la decisione da parte del Municipio di Muralto di non impugnare la sentenza emessa dal Consiglio di Stato il 10 novembre 2021. Sentenza che, si ricorda, annulla per vizi formali e carenza informativa la decisione del Consiglio Comunale del 12.10.2020 sui Messaggi Municipali no. 9/2019, piano regolatore comparto stazione Muralto, e no. 11/2020, un credito di 4.74 milioni di fr. per l’edificazione di una pensilina grezza. Dando ragione ai ricorrenti il Consiglio di Stato, con la sua sentenza, mette in risalto il modo fuorviante e poco democratico di fare politica della passata legislatura. Modo denunciato diverse volte dal gruppo Muralto democratica.

Smascherati sono stati quei trucchetti dettati dall’ostinazione e dalla caparbietà di voler realizzare un progetto che già sollevava il disappunto della popolazione locale.

Il referendum ampiamente riuscito doveva indurre da subito il Municipio ad intavolare un dialogo schietto e costruttivo per risolvere velocemente le criticità del progetto. L’attendere il risultato della sentenza ha portato unicamente a mettere in seria difficoltà tutti i comuni del Locarnese che hanno visto rinviare i crediti previsti dal Cantone.
Muralto democratica intende impegnarsi per trovare una soluzione il più possibile condivisa, per il comparto stazione, la cui realizzazione riveste un’importanza strategica per tutta la regione.”