Rifiuti ne abbiamo?

La questione dei rifiuti è stato un tema della recente campagna elettorale. In particolare sollevavamo dubbi sulla scelta dell’esecutivo di accorpare la raccolta dei rifiuti con il comune di Minusio.

Questa mossa ha portato a diminuire il servizio offerto alla popolazione (abolizione del “porta a porta”) malgrado non ci sia stato nessun vantaggio economico (parità di costi). Altri dubbi sorgono quando si vede che la raccolta su una delle 3 arterie principali (Via Orselina-Via Balli-Via del Sole) viene effettuata con un piccolo furgone (pensato per le stradine) invece dell’abituale autocarro. Questo può generare unicamente del traffico inutile.

Il tema rimane comunque molto attuale se si guarda anche alla gestione dell’ecocentro. Purtroppo le immagini allegate scattate in questi giorni (containers debordanti, sacchetti pieni di carta, plastica e bottiglie appoggiati ai containers…) non sono l’eccezione. C’è indubbiamente un problema nell’educazione della gente, ma sicuramente una gestione più attiva e attenta dell’ecocentro dovrebbe permettere di avere una situazione più decorosa.

Se si considera che di questi tempi le questioni igienico-sanitarie sono prioritarie (nel tentativo di trattenere la diffusione del virus) una simile circostanza andrebbe assolutamente evitata. Ricordiamo anche che nel comune ci sono altre 2 problematiche conosciute: la prima è la questione dei ratti nell’area del Burbaglio e poi la questione scarafaggi dove a nostro sapere l’esecutivo non ha previsto nulla.

Chiediamo quindi all’esecutivo di attivarsi nel gestire meglio e più attivamente queste emergenze (prioritariamente quella dell’ecocentro) che hanno importanti risvolti sanitari.

Dao Nguyen-Quang
Muralto democratica